.
Annunci online

uominiocaporali

Contrappasso

CAPORALI 6/6/2010

Lo scorso 22 maggio il quotidiano “La Repubblica” riportava una lettera aperta indirizzata dal ministro Bondi al Capo dello Stato, al Presidente del Senato e al Presidente del Consiglio, a seguito delle notizie che lo indicavano implicato nelle indagini sugli appalti per le Grandi Opere. 

Bondi scrive: "Chiedo soltanto il rispetto della mia persona prima ancora che del mio ruolo politico e istituzionale. Mi domando e vi domando: come può una persona tutelarsi da questo fango, da queste brutali insinuazioni? Come può una persona difendersi da accuse fatte circolare e continuamente alimentate dal circuito mediatico senza avere la possibilità di far valere i propri diritti di cittadino, esposto al pubblico ludibrio e alla disapprovazione morale e politica prima ancora che a qualsiasi verifica e esame giudiziario?"


Confidando comunque nell’operato dei magistrati, esprimiamo, insieme ai colleghi professori d’orchestra italiani, profonda solidarietà al ministro Bondi, essendo stati noi stessi vittime di “ questo fango, queste brutali insinuazioni...” “ ..accuse fatte circolare e continuamente alimentate dal circuito mediatico...” come dice bene il ministro.

 Di seguito riportiamo, a titolo di esempio, alcune diffamanti dichiarazioni rese a “La Stampa” di Torino, lesive della dignità e che mirano a lordare l’onorabilità dei miei colleghi e mia.

“...gli attuali contratti integrativi che consentono a questi lavoratori ( i professori d’orchestra n.d.r. ), in alcuni casi, privilegi ingiustificati, senza garantire un’adeguata produttività.”

“...i contratti delle fondazioni prevedono 16 ore di lavoro a settimana e notevoli riposi compensativi che, di fatto, permettono di avere un secondo lavoro che talvolta diventa quello principale dei professori d’orchestra.” ( Sandro Bondi, 2008 )









permalink | inviato da donquixote65 il 6/6/2010 alle 13:4 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa